Poltrone per disabili, guida alla scelta

0
poltrona per disabili con supporto lombare

Per gli adulti disabili che sono costretti a trascorrere lunghi periodi di tempo seduti, ci vuole una poltrona alzabile e reclinabile che sia adattata alle loro precise esigenze al fine di mantenere il comfort e l’indipendenza.

Bisogna tenere in considerazione l’altezza, il peso, la postura, l’equilibrio, il grado di mobilità e qualsiasi dolore esistente. Inoltre devi tener conto delle agevolazioni sulle poltrone per disabili di cui puoi godere. Ma come si sceglie una poltrona simile?

Le dimensioni

Per quanto riguarda le dimensioni della sedia (considerando l’altezza dello schienale e l’altezza, la larghezza e la profondità della seduta), è ovvio che vanno scelte tenendo conto delle dimensioni dell’utente, in modo che il livello di appoggio sia adeguato.

Tieni conto, nei limiti della necessità, anche dello stile e dell’angolazione dello schienale e dei braccioli che possono fare la differenza per il comfort individuale. Per consigliabile provare prima di acquistare. Idealmente, chiedi a un professionista di prendere le misure per garantire che la persona che utilizza la sedia abbia l’opzione migliore per le sue circostanze individuali.

Quanto deve essere alto il sedile?

L’altezza del sedile è importante in quanto determina la facilità o meno per un individuo salire e scendere dalla sedia. Un sedile alto significa che è più facile alzarsi e sedersi, il che è fantastico se qualcuno trova difficile alzarsi con le braccia o se ha piedi e gambe deboli o doloranti. Tieni conto che se la seduta è troppo alta e i piedi non toccano il pavimento, si può vivere un disagio e una sensazione di stanchezza alle cosce e alla parte bassa della schiena. E se il sedile è troppo basso, è più difficile scendere e fa pressione sul bacino. Per stabilire la corretta altezza del sedile, misurare la distanza dal pavimento alla parte posteriore delle ginocchia. Quando si è seduti con i piedi appoggiati a terra, le anche e le ginocchia devono essere ad angolo retto.

Quanto deve essere largo il sedile?

La misurazione della larghezza è un po’ più semplice. Il sedile dovrebbe essere abbastanza largo da consentire a qualcuno di sedersi comodamente, ma vi deve anche essere possibilità utilizzare anche i braccioli. Una regola generale è che il sedile dovrebbe essere la larghezza della parte più larga dei fianchi più circa 5 cm su ciascun lato.

Quanto deve essere profondo il sedile?

Il sedile deve essere abbastanza profondo da supportare l’intera lunghezza delle cosce. Troppo poco profondo e le cosce non sono adeguatamente supportate, troppo profondo e l’utente potrebbe scivolare in avanti. Per calcolare la profondità corretta, sedersi con il fondo sullo schienale della sedia, assicurandosi che la parte bassa della schiena sia supportata dallo schienale. Misura la distanza dallo schienale della sedia lungo le cosce a circa 3 cm dietro la parte posteriore del ginocchio. Uno spazio di seduta più profondo, tuttavia, può essere utile per le persone con determinate disabilità, comprese quelle che riscontrano movimenti o spasmi involontari e/o debolezza muscolare.

Vota questo articolo!

Nessun commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.