Come disporre i complementi d’arredo in casa?

0
complementi di arredo per la casa

I complementi d’arredo non sono soltanto dei semplici oggetti da posizionare in casa: si tratta di accessori che, piccoli o grandi che siano, riescono a completare ed aggiungere stile a qualsiasi ambiente della casa. Per svolgere la loro funzione, però, è importante che questi oggetti decorativi e talvolta anche funzionali, siano disposti secondo una logica e uno stile ben precisi, per creare ambienti eleganti e di gusto.

Scegliere i complementi d’arredo perfetti per la casa è importante tanto quanto la loro disposizione nello spazio prescelto. Per disporre i complementi d’arredo in casa in modo corretto e armonioso, è necessario tenere in considerazione alcuni elementi fondamentali.

L’armonia cromatica: abbinare i colori per disporre gli oggetti

Il primo suggerimento per disporre i complementi d’arredo in casa in modo corretto, è quello di utilizzare colori che siano affini tra loro. In un soggiorno, per esempio, un vaso con dei fiori colorati può abbinarsi in modo perfetto ad un mobile in legno. In generale, quindi, è bene sottolineare che le combinazioni cromatiche sono essenziali anche per disporre i complementi d’arredo: accostamenti forzati e di grande contrasto, possono generare un impatto negativo agli occhi e far perdere agli oggetti il reale valore e l’attenzione che gli spetta. Una combinazione di colori come nero, bianco e grigio, inoltre, può legare in modo più semplice i complementi d’arredo tra loro.

Variare con le altezze dei complementi d’arredo

Quando si deve scegliere come disporre gli oggetti di arredamento in casa, è importante ricordarsi di accostare accessori con altezze diverse, per permettere all’occhio di non avere una visuale solo orizzontale, ma anche verticale. Un’idea può essere quella di optare per una libreria, una pianta, una lampada o, magari, un quadro. Quest’ultimo accessorio ricopre un ruolo molto importante in quanto si tratta di un oggetto che può essere collocato a diverse altezze. Gli interior designer, per disporre al meglio gli arredamenti, consigliano di immaginare un triangolo: gli oggetti più piccoli rappresentano la base e l’elemento più alto identifica il vertice.

Creare un mix di più texture

Per disporre i complementi d’arredo in casa in modo equilibrato, è bene evitare una singola texture: indipendentemente dallo spazio in questione, infatti, è preferibile mescolare le texture, proprio per creare un effetto meno piatto e più dinamico. Mixare le texture è possibile, magari, scegliendo un qualcosa di lucido, aggiungendo poi un tocco di legno o di rustico e così via. Attraverso questi piccoli accostamenti di materiali e superfici, si può dar vita ad un ambiente interessante e di carattere, ma bisogna fare in modo che tutti i complementi d’arredo siano sempre in armonia tra loro.

Spazi pieni e spazi vuoti

Quando si vuole al meglio disporre i complementi d’arredo in casa, è preferibile evitare di riempire ogni singolo spazio a disposizione. Arredare con gusto, infatti, vuol dire non riempire in modo esagerato ogni piccola superficie libera. Lo spazio vuoto non deve essere inteso come un elemento di mancanza, ma, al contrario, la sua finalità è quella di far riposare l’occhio e porre l’attenzione di chi osserva sugli oggetti che si vogliono mettere in mostra. Una stanza piena di complementi d’arredo, risulta opprimente e disordinata, mentre il giusto equilibrio tra pieno e vuoto è ideale per un ambiente leggero, piacevole dal punto di vista estetico e ordinato.

Nessun commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.