Tutto quello che ti serve sapere sulle case prefabbricate in cemento

    0
    case prefabbricate in cemento

    Quando si sente parlare di prefabbricati si sta facendo riferimento, in realtà, a case prefabbricate che sono realizzate in cemento armato: proviamo a scoprirne di più e conosciamole più da vicino.

    Le case prefabbricate in cemento armato si distinguono in prefabbricati industriali, prefabbricati in cemento pesante e prefabbricati in cemento leggero. Si tratta di edifici che vengono costruiti con una tecnica particolare – nota, appunto, con il nome di prefabbricazione – in virtù della quale essi non sono realizzati in loco, cioè nel luogo in cui dovranno sorgere, ma in un sito differente, da cui poi saranno trasferiti. In pratica, nel luogo in cui il prefabbricato sarà collocato è necessario installare unicamente le fondamenta.

    A proposito delle case prefabbricate in cemento armato prezzi ed informazioni possono essere reperiti su Internet con facilità. I materiali che vengono impiegati per realizzare queste costruzioni, al di là del cemento, sono gli inerti come la sabbia e la ghiaia, mentre nell’acqua sono annegate le armature in tondini di acciaio. Per il calcolo del prezzo di un edificio di questo tipo, i primi aspetti che devono essere tenuti in considerazione vanno individuati proprio nella qualità e nella quantità dei materiali che vengono adoperati. Inoltre, vale la pena di informarsi in anticipo sulla reputazione della ditta a cui si ha in mente di rivolgersi, anche per sapere qual è il suo modus operandi e scoprire come lavora.

    Per i prefabbricati in cemento leggero si fa riferimento a uno specifico cemento alleggerito grazie a cui gli edifici possono essere personalizzati come si vuole. I prefabbricati industriali, invece, sono costruiti in calcestruzzo, con una maggiore attenzione riservata alla funzionalità e alla resistenza piuttosto che alla componente estetica. In calcestruzzo sono costituiti anche i prefabbricati in cemento pesante, che all’interno delle pareti accolgono gli impianti idraulici ed elettrici. I costi richiesti dai prefabbricati in cemento leggero – come è facile intuire – sono diversi da quelli imposti dalle soluzioni in cemento pesante, dal momento che differiscono non solo i materiali che vengono usati ma anche le lavorazioni che si adottano.

    In generale, comunque, sono molteplici le variabili che incidono sulla spesa complessiva necessaria per l’acquisto di un edificio prefabbricato in cemento, a iniziare dal livello di finitura; altri parametri che devono essere tenuti in considerazione da questo punto di vista sono il luogo e i tempi di consegna, il grado di complessità della costruzione e i servizi di produzione aggiuntiva. Infine, non ci si deve dimenticare delle dimensioni e del terreno su cui il prefabbricato sarà installato.

    Il consiglio è sempre quello di chiedere un preventivo in anticipo, tenendo presente che i prezzi chiavi in mano non dovrebbero presentare costi extra a sorpresa. Insomma, le cifre indicate sul preventivo di partenza sono quelle definitive, il che vuol dire che sin dal primo momento si sa quanto si andrà a spendere. In questa stima si tiene conto anche della conformazione del terreno e del livello di sismicità della zona, fattori che a seconda dei casi possono far abbassare o aumentare i prezzi.

    Nessun commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.